Dal celebre Manuale di conversazione della metropoli periferica romana del 1993... ad OGGI!  
 
 
TurboZaura (TM) Tutto su Totti
 
 
 

IL MITICO SCHERZO TELEFONICO DEL MAGNOTTA

 
 
 
 


La TurboZaura è lieta di presentarvi uno degli eventi più divertenti degli ultimi anni: il mitico ed ineguagliabile scherzo telefonico del Magnotta!! Per motivi di spazio i nomi dei due fenomenali quanto strani personaggi sono stati abbreviati: M sta ad indicare il sig. Magnotta mentre B il sig. Bontempi (l'artefice dello scherzo), un "onesto" commerciante che vuole "appoppiare" a tutti i costi una lavatrice, nuova, al sig. Magnotta che in un primo tempo rifiuta tale offerta molto educatamente; ma poi..... Leggere per credere! e....buon divertimento.


Per ascoltare i files audio multimediali è necessario
scaricare e installare WinAmp cliccando sul link che segue


Scarica WinAmp


Download file MAGREMIX1.ZIP Remix musicale del Magnotta
in formato .MED (496 Kb)
Download file MAGREMIX2.ZIP Remix musicale del Magnotta
in formato .MOD (137 Kb)
 
Download file MAGNOTTA_LAVATRICE01.ZIP Registrazione della 1a telefonata
originale in formato MP3 (2,94 Mb)
Download file MAGNOTTA_LAVATRICE02.ZIP Registrazione della 2a telefonata
originale in formato MP3 (3,29 Mb)
Download file MAGNOTTA_LAVATRICE03.ZIP Registrazione della 3a telefonata
originale in formato MP3 (1,25 Mb)
   



TESTO DELLA TERZA TELEFONATA AL MAGNOTTA:

M: Pronto?

: Pronto, Bontempi... ehh... chi è la signora?

M: No, so' Magnotta

: Ah!... Senti, ma mi ha telefonato il direttore...

M: Sì.

: Eh ma che... che è successo?

M: No, non è successo niente, ..., oddio co' 'sta lavatrice, ..., ehm..., il direttore ha telefonato a me...

: Eh no..., a me ha telefonato.

M: Ah... e che no so io, io non so niente, io sto all'oscuro...

: Eh... stai all'oscuro, me sembra che è successo 'nu casino...

M: No, guarda che il casino non...

: C'hanno levato la San Giorgio come cosa...

M: Come dici?

: C'hanno levato la San Giorgio come esclusiva... ha telefonato De Paolis, ha detto sei un zozzo, sei un delinquente...

M: Ma scusa, ma ecco, cioè, ma co' chi sto parlando co' Bontempi?

: Eh.

M: Ohh... ma io, io guarda Bontempi, questo è già un discorso che abbiamo fatto pure le altre volte, ma io che cosa c'entro co' questa cosa, io, io comprai la lavatrice da te e la pagai...

: Ma mo 'si pagato, sì, ma mo lascia perde 'si pagato o non 'si pagato...

M: Sì... oh... sì ma questo, loro lo sa un po' che m'hanno detto...

: Il problema vero e proprio ora è questo: ohh... ji te s'ho fatto fa, firma' ju contratto.

M: Ma quale contratto signor Bontempo, io non ho firmato nessun contratto santo Dio, ma mo, ma mo possibile che nun se finisce più co' sta benedetta ditta, co' sta cosa qui, io, personalmente, pagai questa lavatrice...

: Sì ma siccome io tengo un po' de debiti... pijatele no, 'ste cazz' de cos'...

M: Che teng'a pija'?

: La lavatrice...

M: Ma che me ne debbo fa', della lavatrice. Io non voglio niente a che vedere con la San Giorgio, forse nun se semo capiti, ancora gli funziona a mia moglie la lavatrice.

: Ma tu non ce l'hai?

M: No, io non ce l'ho!

: Embe', pijatela no?

M: No, io ne tengo 'n'atra, io tengo la Ignis che me l'hanno data de seconda mano.

: Senti, ma..., ma com'è?

M: Sì, Magnotta.

: Magnotta, mo ecco, a parla' chiaro se va, tu te pigli sta lavatrice, sennò...

M: No, io non me piglio niente, perché me la teng'a piglia' 'sta lavatrice addo sta scritto?

: Ma pigliatela no?

M: Ma perché me la debbo prende, 'sta lavatrice, eh, coso, io non ho capito perché mi debbo prendere la lavatrice?

: Ma sci firmato ju contratto.

M: Ma quale contratto, ma se io so' venuto da te e me so' comprato la lavatrice, quale contratto ho firmato, ma santo Dio, ma te pare che uno mo se sta a stupidi' alle cose?

: Ma dietro le clausole.

M: Come?

: Dietro le clausole, te l'ha portate fratemo, quiu un po' cecato?

M: Che ne saccio chi è questo mo? Io, io, cecato, non lo so pe' niente. Senti Bontempi, cercamo di finire 'na volta per sempre, io comprai la lavatrice da te, quando fu nell'81, la presi e la pagai, anzi addirittura io dissi questo: "senti, me la si può pagare con"...

: Scusa, scusa un attimo, ma a te quando t'ha telefonato il direttore?

M: 2, 3 giorni fa.

: Oggi è 16 settembre, a me stamattina m'ha telefonato e m'ha detto: "senti, 'sto Magnotta che dobbiamo fare, io lo voglio salvare", ma io ho detto: "però a te ti elimino la San Giorgio, a là già gli ho telefonato, perciò a me non... queste storie così... però guardi che lui ha firmato tutto regolare", allora ha fatto: "allora mo 'ste lavatrice le dovete pagare" e gli ho detto: "ma telefoni al signor Magnotta"

M: Ma perché debbo tel... ma scuseme tanto signor cos', ma se io 'sta lavatrice nell'81, la presi e te la pagai, e..

: Ad aprile, 480mila lire.

M: Eh? Oh... meno male, poi non me ricordo se è stato se è venuto se sei venuto tu o tuo fratello a mettermela...

: Ma damme sette ottocentomila lire, no?

M: Come?

: Damme sette ottocentomila lire?

M: Che te debbo da'?

: Sette ottocentomila lire e te ne porto 'n'atra!

M: Ma che me ne debbo fare, santo Dio! Ma perché ti debbo dare sette ottocentomila e me ne purti 'n'atra...

: Te engo pure l'asciugacapelli in omaggio!

M: Ma senti un po', senti un po' 'na cosa, tu me devi di' 'na cosa: perché mi volete accoppia', aaah mi volete appioppare la lavatrice quando a me non me serve.

: Senti, mo guarda, tu sci firmato ju contratto.

M: Mannaggia ..., ma io quale contratto, ma io non so' firmato nessun contratto, io so' venuto da te, nell'81 quando fu e ti dissi che me serviva una lavatrice e mi presi 'sta benedetta lavatrice alla quale me la sei, me l'avete pure messa, mo non me ricordo se tu o non so chi, oh, è andato tutto bene per 4, 5, 6 anni fino a mo è jito tutto bene, qua mo dopo 6 anni, mi si viene a dire la lavatrice, non la lavatrice...

: Mo... è così... eeeeh.... rompi un po' i coglioni, rompi eh.

M: Aaah... ma senti, guarda, qua, qua veramente, senti io sono un sem..., io ero, ero un semplice cliente. Sono venuto da Bontempo perché sapevo che Bontempi era una ditta seria, sono venuto da voi, ho preso la lavatrice e l'ho pagata, mo io che c'entro insomma santo Dio...

: Eh, vabbe'.

M: ...di tutto lu casino che hai combinato tu co' la, co' la signora Cinque.

: Eeeh.. tu pure ju sci combinatu.

M: Io non so' combinato niente, perché ho la coscienza pulita, perché senti: io la lavatrice l'ho presa da Bontempo, non l'ho presa dalla signora Cinque, come si chiama, Cinque Imberri. Io nemmeno la conosco com'è? Ooh.

: Sì, vabbe', comunque ecco, a parla' chiaro se va...

M: Be'!

: Tu te piji 'sta lavatrice...

M: Nooo... io non me piglio niente, pijolo te.

: Allora stai a fa lu strunzu.

M: I steng'a fa ju strunzu sci! Senti, mo m'hai rotto proprio i coglioni!

: Aaaaah... ma allora parli pure così...

M: Ma! Se, mo vengo esso..., senti un po' 'na cosa, io non la voglio la lavatrice va bene?

: Ma se te la portemo?

M: E portamela, ma chi, e chi te la paga?

: Ah, non paghi?

M: Non pago perché io... senti!

: Ma l'atra la sci pagata, allora?

M: La so' pagata sci!

: Ah, sci sicuro?

M: O freghete! Quella lavatrice dell'81, io te la so pagata sì, l'ho pagata, e come mai dopo 6 anni mi vieni a rompere i coglioni?

: Allora, a me non me risulta.

M: Come?

: Non me risulta.

M: Perché sei un truffatore tu! Tu sei un truffatore, perché tu non l'hai pagata alla signora Cinque, perché io non lo sapevo che... che la lavatrice della San Giorgio la teneva in conserzione la signora Imberri perché sennò sarei andato da Imberri, no da te!

: Ah sì?

M: Eeeh.

: Ah, fai pure 'sti, 'ste sozzerie?

M: 'Ste sozzerie le fai tu, arrivederci!

: No, aspe', devo dirti una cosa...

M: No, arrivederci, senti io domani vado dall'avvocato, già ci so parlato all'avvocato di questa questione...

: Perché il direttore della San Giorgio a me m'ha telefonato...

M: Ma a me che me ne frega, io senta porco ***, adesso m'hai rotto i coglioni, perché non..., io penso che lei non è una persona seria, ..., presi la lavatrice nell'81, adesso dopo 6 anni mi vieni a rompere ancora i coglioni, mannaggia a *** eeeh porco ***, basta! M'avete rotto i coglioni, mannaggia alla *******. Basta, co' 'sta lavatrice, io domani matina ritorno dal mio giudice, dal mio avvocato e vediamo un po' come si mette la questione.

: Ma che avvocati!

M: Ma che, che cazzo me state a racconta'! Se tu non l'hai pagata, se tu stai in mezzo ai casini, che cazzo c'entro io, perché mi vuoi appioppare la San Giorgio, io con la San Giorgio voglio chiudere, porco ***, niente da fare, non ne voglio sapere niente, m'avete rotto i coglioni, è nu mese che me state a rompere le palle, oooh, veditela tu, perché io, io la lavatrice, o 6 anni, o 7 anni fa, quando è stata, io l'ho presa e l'ho pagata.

: Vabbe', mo calmate.

M: Eh calma, calma! È 'nu mese che me state rompendo li coglioni, porco ***, è un mese, ooh.

: Sì, vabbe', però il problema è questo: che tu t'incazzi inutilmente.

M: Ma che inutilmente, che me state rompendo li coglioni voi stessi, porca ******* eh, è 'nu mese, io la lavatrice la, la, la pagai nell'81, maledetto quel giorno che la, la venni a comprare da lei, porco ***, che sia maledetto quel giorno che sono venuto da lei, mannaggia la *******. Perché io la lavatrice l'ho pagata 480mila lire e l'ho pagata..., e che cazzo c'entro io, io che cosa c'entro adesso con tutto il casino che lei ha fatto con le ditte, io non c'entro niente, io sono fuori di ogni discussione e io domani matina ritorno dall'avvocato e vediamo un po' come si mettono le cose.

: Ma troveremo una soluzione, no?

M: Ma che soluzione, ma quale soluzione, porco ***, ma che vuole, che vuole solu... solu... u... ehm... risolvere, a me non me serve la lavatrice, non me serve né la lavatrice né il frigorifero.

: Allora vabbò, ma scusa non te serve, ma tu nu domani si sposa 'a figlieta, gliela dai.

M: Ma che me ne frega a me di mia figlia, di domani, ma perché mi vuoi appoppiare 'sta lavatrice, porca *******, fra 20 anni se sposa mia figlia, io che cazzo me ne frega tra 20 anni, io non ho capito perché mi volete appioppiare 'sta benedetta lavatrice, io questo ancora non riesco a capire, io sto, stasera stessa, telefono al mio avvocato e vediamo un po' come si mette.

: Non mette co' gli avvocati.

M: No, io ci metto l'avvocato perché m'avete rotto li coglioni, io stasera stessa telefono...

: J'avvocato della San Giorgio te fa nu'...

M: Noooo! Io sto a posto, senta, per cortesia, io sto a posto, io 'sta benedetta lavatrice l'ho pagata, l'ho pres...

: Ma pijate u frigorifero, no?

M: Ma che me ne tenga fa', del frigorifero, se ce l'ho, ma perché mi volete appioppare la roba a me, io questo non capisco, perché mi volete appioppare la roba, porco ***, mannaggia la *******, la volete smettere porca *******, che io mannaggia a ***, ve metto 'na bomba, eh, la volete piantare, Magnotta, per voi è morto, è morto porca *******.

: Oh, non fa 'u delinquente.

M: Ma non faccio 'u delinquente, ma io vi faccio, veramente m'iscrivo ai terroristi, eh, m'iscrivo ai terroristi porco ***!

: Vabbe', risolviamo l'affare...

M: Nooo! Noooooo! Noooooooooo!! Non ne voglio sapere! Porco ***!

: Ma che cazz ti strilli?

M: Ma che cazzo tu mi stai rompendo i coglioni... porco ***, adesso non ne posso più, eh, lasciateme perde, eh...

: Ma te...

M: Lasciatemi perde, porco ***.

: Ma scusa...

M: Noooo! Nooooo!

: Ma pijate... (trunck!)




E' un prodotto TurboZaura Prodaccion (c) 1998. All Rights Reserved.
Questo manuale è stato realizzato da:

Marco Navigli : impaginazione, ideazione e realizzazione della pagina WEB
Roberto Navigli: digitazione dei testi
Fabrizio Rocca: ideazione, trasposizione dei testi da cassetta

Si ringraziano RADIO DJ e RADIO CENTRO SUONO per il supporto radiofonico.



 

 
 
 
Copyright © 1993-2016 TurboZaura (TM). Tutti i diritti riservati
 

Sito ottimizzato per la risoluzione 1024x768 e Internet xplorer 6.0 (o superiore)